ATTIVITA’ DI DAVIDE

 

I “QUADRI D’AUTORE” DI DAVIDE PINARDI

LOGO - CopiaLOGO.jpg 

   Autoritratto di Davide

eseguito da Davide Pinardi il 11102011

Tempera su carta, 70×100 cm.

 Ogni guardare si trasforma in considerare,

ogni considerare in un riflettere,

ogni riflettere in un congiungere.

J.W. Goethe

 I “quadri d’autore” di Davide Pinardi

 

 

Nel 2011, grazie all’intuizione della sua insegnante di sostegno Prof. Monica Tortella, per la prima volta si è avvicinato alla pittura e ha scoperto il suo particolare interesse per il colore.

Ha perciò affrontato lo studio della storia dell’arte, affiancando ai momenti di studio teorico, l’esecuzione di “quadri d’autore” di rilevanza storico-artistica.

Le opere realizzate da Davide Pinardi, fanno parte quindi di un percorso didattico di storia dell’arte, che unisce momenti di studio teorico ad attività pratica, facendo leva su modalità di apprendimento diverse e complementari.

Lo studio teorico, pare infatti divenire significativo se “alimentato” da “spinte motivazionali”, che a seconda delle predisposizioni di ogni singolo individuo, possono essere favorite dall’utilizzo mediatori didattici di diverso tipo.

Davide, sin dai primi “tratti di colore”, ha dimostrato un particolare interesse e piacere per la pittura, orientando la progettazione didattico-educativa verso un intervento in grado di far emergere il suo “segno”.

Il “segno” è in qualche modo il suo elemento distintivo, che in un movimento spesso al di fuori del limite, rende le opere in continuo movimento e dona all’autore una dimensione originale.

Attraverso le sue creazioni, Davide riesce a dialogare con gli altri e a raccontare con i suoi occhi e il suo particolare tratto, quello che ha fissato dall’osservazione delle opere d’autore studiate, e forse qualcosa in più.

Il percorso pittorico si è sviluppato facendo leva su una particolare tecnica, pensata prendendo spunto dalla modalità di lavoro dei Vedutisti e rielaborata in relazione alle specifiche esigenze operative.

I dipinti realizzati rivisitano opere d’arte di rilievo, dal Neoclassicismo all’epoca moderna.

Le opere esposte, vanno lette con uno sguardo attento a riconoscere il tratto, il movimento del colore, la mescolanza dei segni, l’importanza dei “vuoti”.

Il catalogo delle opere segue la successione cronologica con cui sono state realizzate e contestualmente rende evidente il “divenire” dell’”autonomia espressiva” dell’autore.

In dettaglio, le opere realizzate sono le seguenti:

  • interpretazione di “Un viandante sul mare di nebbia” di Caspar David Friedrich;
  • interpretazione di “Napoleone varca le Alpi al Gran San Bernardo” di Caspar David Friedrich;
  • interpretazione di “Il giuramento degli Orazi” di Caspar David Friedrich;
  • interpretazione di “morte di Marat” di Caspar David Friedrich;
  • ritratto di Davide;
  • interpretazione di “La liberta’ che guida il popolo” di Eugene Delacroix;
  • interpretazione di “La valorosa Temeraire trainata all’ultimo ancoraggio per essere demolita” di Joseph Mallord William Turner;
  • interpretazione di “Il bacio”di Francesco Hayez;
  • interpretazione di “Una strada di Parigi tempo piovoso” di Gustave Caillebotte;
  • interpretazione di “Le spigolatrici” di Jean Francois Millet;
  • interpretazione di “Venezia” di Edouard Manet;
  • interpretazione di “Il pittore Sebastian Juner”di Pablo Picasso;
  • interpretazione di “Campo di grano con volo di corvi” di Vincent Van Gogh;
  • interpretazione di “Donna con parasole e bambino” di Claude Monet;
  • interpretazione di “La Berceuse ritratto di Madame Roulin” di Vincent Van Gogh;
  • interpretazione di “Putti con ghirlanda” di Gaetano Previati;
  • interpretazione di “Particolare di “le due madri” di Giovanni Segantini;
  • interpretazione di “L’urlo” di Edvard Munch.
  • interpretazione di “Les demoiselles d’Avignon” di Pablo Picasso
  • Desenzano Romantica;
  • Il clown;
  • Il faro di Desenzano;
  • Il Volo Monumento all’alta velocità di Desenzano
  • GIORNATE PASCOLIANE
    • Cavallina Storna  ;
    • Le sorelle di Pascoli;
    • Pascoli vino e morte;
  • Interpretazione di La disperazione dell’artista davanti alla grandezza delle rovine in omaggio a Johann Heinrich Füssli
  • Interpretazione di Melanconia in omaggio a Giorgio De Chirico,
  • Interpretazione di Amore e psiche giacenti, in omaggio a Antonio Canova,
  • Interpretazione della Venere di Frejus,
  • Interpretazione della Venere degli stracci, in omaggio a Michelangelo Pistoletto,
  • Il linguaggio del colore, pittura astratta
  • Il linguaggio informale, pittura realizzata con i piedi,
  • Doping, opera realizzata con il progetto della classe: “L’antidoping”,
  • Natale 2012, opera realizzata con materiale di riciclo in cornice di legno,
  • Interpretazione di La sposa del vento, in omaggio a Oskar Kokoschka,

 

L’aggiornamento della sua produzione è a disposizione al sito www.davidepinardi.it .

In un epoca come quella in cui stiamo vivendo, dove tutto pare essere in “crisi”, è quasi un’impresa irreale quella che porta a promuovere il gioioso riconoscimento dell’”Altro”, delle sue peculiarità, delle sue “opere”, del suo stesso “esserci”.

Le Mostre hanno quindi, tra le altre, la preziosissima funzione di consentire a Davide di manifestarsi nella realtà in cui vive, in un modo diverso e nuovo, dove gli sguardi si orientano verso le sue abilità, sedotti delle “famose” immagini che riproduce.

 

 

 

Lascia una risposta

Login with:
Powered by Sociable!